Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Successo esterno per la Pallanuoto Banco BPM Sport Management: 8-13 contro Rari Nantes Florentia

Vince ancora la Pallanuoto Banco BPM Sport Management (senza Blary, Gallo, Baraldi e Panerai e che presenta

bpmPietroFiglioli600

in organico i due giovanissimi Vanoni Coscia e Codoro) che espugna la vasca della matricola Rari Nantes Florentia costretta ad arrendersi 8-13 al sette bustocco anche grazie al poker di reti di Figlioli. Un successo meno scontato di quello che non dica il risultato finale, perché per i primi due tempi il match contro i toscani è equilibrato, poi i mastini cambiano marcia in un terzo tempo a senso unico e che grazie al parziale di 3-0 indirizza in maniera inequivocabile la sfida.

Avvio di gara equilibrato tra Pallanuoto Banco BPM Sport Management e Rari Nantes Florentia con i mastini che vanno in vantaggio due volte con Mirarchi e Petkovic prima di subire il controsorpasso guidato dagli ex Bini e Coppoli (in mezzo c’è anche la prodezza del rientrante Lazovic che para un rigore). La doppietta di Figlioli (in foto) riporta avanti il sette di mister Baldineti che chiude in vantaggio 3-4 alla seconda sirena. Il terzo tempo si apre nel migliore dei modi per i mastini che trovano il 3-5 con Fondelli che segna in controfuga, imitato poco più tardi da Petkovic che firma il 3-6. L’ex Coppoli si fa espellere mentre il terzo gol del capitano azzurro Figlioli vale il 3-7 per la Pallanuoto Banco BPM Sport Management. Astarita accorcia nel quarto tempo, ma Figlioli è ancora protagonista con il gol del 4-8. L’ultimo sussulto dei padroni di casa è il gol in superiorità di Tomasic poi i mastini mettono in cassaforte il risultato con Fondelli, Di Somma e Luongo. Finisce 8-13.

Dejan Lazovic (Portiere Pallanuoto Banco BPM Sport Management): “Firenze è una buona squadra, con 7- 8 giocatori bravi e con 4 nostri ex compagni di squadra che danno qualità alla Rari Nantes. È stata una partita dura anche perché abbiamo molti infortunati, senza i centroboa e i due mancini e con due ragazzi da Busto (Andrea Vanoni Coscia e Gianluca Codoro). Per noi è stata difficile anche perché siamo un po’ stanchi, ma poi è andata bene soprattutto nel terzo tempo in cui abbiamo cambiato la partita e giocato molto bene”.

Pubblicità