Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

XXII edizione di Notti Magiche a Campo di Brenzone

Due giorni di musica: breve ma rigogliosa è la ventiduesima edizione di Notti Magiche a Campo, la cui seconda

nottiMagiche350e ultima serata, Giovedì 10 Agosto, porterà una sontuosa produzione orchestrale nell’antico borgo abbandonato di Campo di Brenzone (inizio concerto alle ore 21:30). Le canzoni di Luigi Tenco saranno affidate alla direzione di Mauro Ottolini, che ne ha curato anche i nuovi arrangiamenti, capaci di trasportarle in una dimensione sinfonica ricca di decorazioni moderniste che flirtano col jazz: una veste sonora preziosa e originale, creata su commisione del Club Tenco per celebrare il cinquantesimo anniversario della scomparsa del cantautore. A interpretare i brani di Tenco ci sarà un’incredibile girandola di cantanti: Massimo Bubola, Vanessa Tagliabue Yorke, Vincenzo Vasi (anche al theremin), i rapper Kento e Dj Fuzzten, mentre sotto la guida di Ottolini suonerà l’Orchestra Sinfonica dei Colli Morenici, assieme a solisti e ritmica jazz (Stefano Menato al sax e clarinetto, Roberto De Nittis al pianoforte, Riccardo Di Vinci al contrabbasso, Paolo Mappa alla batteria). A conferire il bollino DOC per la musica di Tenco interverrà, come presentatore della serata, Enrico De Angelis, storico direttore artistico (sino al 2016) del Club Tenco.

Per raggiungere il palcoscenico incastonato nell’anfiteatro naturale di Campo di Brenzone si consiglia l’uso di calzature adatte a percorrere mulattiere e si raccomanda, inoltre, di munirsi di torce.

Notti Magiche a Campo è organizzato dal CTG Brenzone con il contributo del Comune di Brenzone sul Garda.

Biglietti: posto unico intero 15 euro, ridotto 5
Per informazioni: email: info(at)brenzone.it

Mauro Ottolini
è uno dei musicisti più importanti del nuovo jazz italiano. Lasciata l’orchestra dell’Arena di Verona per inseguire il suo vero amore, il jazz, si è velocemente imposto come leader fantasioso e sorprendente. Alla sua ascesa ha contribuito la stima che altri grandi musicisti hanno dimostrato per lui, chiamandolo regolarmente nelle loro formazioni: Enrico Rava, Franco D’Andrea, Gianluca Petrella, Francesco Bearzatti, Daniele D’Agaro e anche il celebre cantautore Vinicio Capossela.

Nato a Bussolengo (VR) nel 1972, Mauro Ottolini ha suonato e inciso con Frank Lacy, Trilok Gurtu, Kenny Wheeler, Han Bennink, Carla Bley, Steve Swallow, Tony Scott, Maria Schneider… Collabora anche con grandi nomi come Grace Jones, Gino Vannelli, Amii Stewart, Joe Bowie (Defunkt).

Da anni Ottolini esprime il proprio talento eclettico come compositore e come arrangiatore non solo per i progetti a suo nome, ma anche per importanti formazioni jazz, rock e pop. Ha arrangiato le musiche dei progetti su Michael Jackson e Lester Bowie di Enrico Rava, il singolo Sole per Negramaro e Il tempo non inganna per Malika Ayane (inserito nel disco Ricreazione, 2012).
 

Pubblicità