Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Sona: arte, danza e cultura si uniscono in Biblioteca

La Biblioteca di Sona ha avuto l'importante occasione di essere luogo di un curioso e affascinante spettacolo

che comprende un interessante connubio tra musica, danza e cultura. Musica, perché il brano di sottofondo, “Dockyard”, è originale; prodotta da Paul Kalkbrenner, racchiude nello stile techno, elettronico, un'eco che sembra provenire dalle pianure irlandesi. Danza, perché l'abile ballerino Sebastiano Gani Galli ha permesso un coinvolgimento totale dello spettatore sulle note di questa musica inconsueta. Cultura, perché è ciò che la biblioteca tende a rappresentare nel suo essere, e il fatto che sia stata scelta come ambientazione non può non essere di grande risalto.

 “La biblioteca di Sona è ormai uno spazio culturale aperto, dove i libri, le riviste, i giornali non sono più gli abitanti principali, perché attorno ad essi sono nati concerti, seminari, film… che accompagnano le persone che sono in questo spazio. E ora anche la fantastica esibizione di una danza. Questa è la nostra biblioteca, questa è la cultura di Sona: aperta alle idee, attenta alle esigenze, aperta alle persone, ma soprattutto bella.” afferma Gianmichele Bianco, Assessore alla Cultura del Comune di Sona.

Pubblicità