Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Lavori Consiglio comunale Verona del 25 Gennaio

Con 24 voti favorevoli, 2 contrari e 5 astenuti, il Consiglio comunale ha approvato ieri sera la modifica di alcuni articoli del contratto di servizio stipulato con la Società Solori nel 2014.

consiglio comunale1PLe variazioni si rendono necessarie per aggiornare il contratto alle nuove normative, per rendere più trasparente la rendicontazione delle somme e la contabilizzazione dei compensi dovuti, nonché per consentire al Comune di svolgere al meglio la sua funzione di controllo. Queste le principali modifiche: si aggiorna che l’agente di riscossione non è più Equitalia ma l’Agenzia delle Entrate; viene accolta la richiesta di Solori di interfacciarsi con un unico soggetto nominato dal Comune per quanto riguarda tutte le comunicazioni e i rapporti inerenti il contratto di servizio; viene aggiornata la tempistica dei riversamenti e della rendicontazione delle somme.

Respinta, con 23 voti contrari, 7 favorevoli e 3 astenuti, la mozione presentata dal Movimento 5 Stelle che invitava assessori e amministratori di società partecipate a valutare le dimissioni da uno degli incarichi assunti qualora venissero eletti in altra istituzione e impegnava il sindaco a revocare eventuali incarichi di nomina politica laddove l’eletto assumesse altri ruoli.

Durante la seduta sono stati nominati, a scrutinio segreto, Carla Padovani (10 voti), Daniele Perbellini (9 voti) e Roberto Simeoni (8 voti) quali rappresentanti del Consiglio comunale nella commissione del Mercato Ortofrutticolo di Verona.

Riconfermata dall’aula, al secondo scrutinio segreto, con 26 voti, Margherita Forestan quale Garante dei diritti delle persone private della libertà personale. Questa figura è stata istituita dal Consiglio comunale nel 2010 allo scopo di promuovere, in conformità ai principi della Costituzione, il diritto delle persone soggette a misure limitative della libertà, di partecipare alla vita civile e a fruire dei servizi erogati dalle pubbliche amministrazioni, con particolare riferimento ai diritti fondamentali quali la tutela della salute, il lavoro, la formazione, la cultura. (foto Marco Nordio)

Pubblicità