Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Verona: inviata alla Regione la delibera di giunta che “fotografa” il consumo del suolo

È già stata inviata alla Regione la delibera di giunta che “fotografa” il consumo del suolo nel Comune di Verona.

Il documento censisce tutte le aree urbanizzate del Comune, comprese quelle per le quali sia stato già approvato un piano urbanistico attuativo.

Attualmente la superficie di aree già trasformate o pronte ad esserlo è di 66,48 km quadrati su complessivi 198,89 kmq (dei quali 1,1 kmq riferibili al Passante nord), ovvero il 33,43 per cento dell’intero territorio comunale.
La planimetria dettagliata consentirà alla Regione di definire, per ciascun Comune veneto, la quantità massima di consumo di suolo prevista di anno in anno. L’obiettivo, come indicato nella recente Legge Regionale 14/2017, è quello di avviare un graduale contenimento del consumo del suolo, fino ad azzerarlo entro il 2050.

“La nuova Legge regionale è in linea con gli obiettivi dell’Amministrazione comunale - spiega l’assessore alla Pianificazione urbanistica Ilaria Segala - . I prossimi piani attuativi, infatti, andranno a privilegiare il recupero del patrimonio urbanistico edilizio abbandonato, cioè di aree già urbanizzate ma dismesse e inutilizzate. A Verona le aree in questo stato ammontano a circa 4 milioni di metri quadrati – precisa l’assessore – una bella fetta di territorio su cui sarà interessante sperimentare recuperi e riqualificazioni sulla base dei nuovi modelli di sviluppo promossi con la legge regionale sul consumo del suolo. Ora - conclude Segala – non resta che attendere le indicazioni dalla Regione, necessarie per effettuare le modifiche al Piano di assetto del territorio e i futuri piani di intervento”.
 

Pubblicità