Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Assessore regionale al turismo: "Siamo con le Pro Loco"

“Siamo vicini alle Pro Loco in questa battaglia per cercare di rimuovere talune responsabilità troppo pesanti

balbi285a loro attribuite sul piano giuridico, nella convinzione che una sproporzionata perseguibilità nei confronti di chi svolge un’opera di volontariato per il bene della propria comunità finisca inesorabilmente per deprimere un movimento associazionistico a cui il Veneto non può permettersi di rinunciare”.

 Lo afferma l’assessore veneto al turismo, confermando il suo appoggio alla manifestazione organizzata dal Comitato Regionale Unpli Veneto, Unione Nazionale Pro Loco Italiane, in programma a Venezia, nel corso della quale sarà consegnato al Presidente della Regione la petizione a sostegno della Pro Loco di Refrontolo, chiamata in causa per i tragici fatti accaduti il 2 Agosto del 2014.

 “Poniamo l’accento – prosegue l’assessore – sulla necessità di cambiare al più presto la normativa in materia e sull’assoluta necessità di considerare la grande generosità dei volontari e la competenza con la quale operano queste associazioni e i loro presidenti. L’augurio, ma anche l’impegno, è che si riducano al minimo le possibilità di dover affrontare situazioni imponderabili e imprevedibili come quella del Molinetto della Croda di tre anni fa”.

 “Già sono state presentate in Parlamento delle proposte di legge per alleggerire il carico di incombenze burocratiche e delle conseguenti responsabilità nei confronti di quanti operano nel volontariato – conclude l’assessore – e la Regione del Veneto è impegnata a stimolare e a dare il proprio supporto a una soluzione che consenta alle donne e agli uomini delle Pro Loco di lavorare nel rispetto delle norme ma con serenità”.

Pubblicità