Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Amministrazione Verona: impegno nel monitoraggio dei siti abbandonati

Dall’insediamento del Sindaco Sboarina ad oggi sono stati 51 i black-point cittadini segnalati dalla Polizia Municipale, tra cui il recente intervento all'ex Manifattura Tabacchi.

sopralluogoExTabacchi350Circa 90 le persone identificate o allontanate negli ultimi 10 giorni in diverse zone cittadine.

Queste le principali attività.
Alle ex Gallerie Mercatali in viale del Lavoro, zona di particolare emergenza, sono stati individuati ben 42 cittadini extracomunitari, tra profughi, ex profughi in attesa di ricorso, e vari soggetti già dediti ad attività criminali, aumentati in questi ultimi giorni. Solo l'avvio del cantiere di ristrutturazione degli immobili da parte della Fiera, previsto tra poche settimane, potrà permettere un risanamento della zona.

Anche all'ex Rover di strada La Giara sono in corso attività di monitoraggio della Polizia Municipale, considerata l'occupazione abusiva da parte di alcuni cittadini rumeni. Sei le persone identificate nell'ultima settimana dagli agenti. Altra zona sotto stretto controllo quella di via San Marco, dove una decina di senza fissa dimora ha occupato lo stabile dell'immobile ex Maritan e Borgato. Anche alcuni immobili di via Basso Acquar dove erano attive imprese e aziende, ha visto l'intervento degli agenti per lo sgombero di due immobili. Sono i residenti che segnalano quotidianamente gli ingressi abusivi di soggetti specie di etnia nord africana. I giardini di Porta Vescovo, del Cimitero, di via Verdi e del parco di San Giacomo sono controllati quotidianamente e sono oltre 30 i soggetti identificati e sanzionati per violazione delle norme del regolamento di Polizia urbana.

Nei giorni scorsi, al parcheggio C dello stadio sono state allontanate tre roulotte, due auto e un camper che si erano accampati irregolarmente; ai nomadi, di nazionalità italiana, è stata notificata l'ordinanza che vieta la permanenza sul suolo comunale nelle aree non adeguatamente attrezzate.

Controlli costanti vengono effettuati dagli agenti nei giardini e nelle aree pubbliche cittadine, come piazza Bra, il piazzale della Stazione e i giardini alla Giarina, dove viene segnalata la presenza di profughi che occupano le panchine.

“Ringrazio il Comando della Polizia municipale e gli agenti per la tempestività degli interventi – afferma il Sindaco Sboarina –. Al Corpo ho chiesto da subito di tenere alta l’attenzione sul tema della sicurezza in città. Il mio obiettivo e l’impegno che ho preso con i veronesi è di fare il massimo per garantire la sicurezza e la tranquillità. In questi giorni sono davvero tanti gli interventi fatti dagli agenti, dai controlli alle identificazioni agli allontanamenti, senza darne notizia. Il nostro obiettivo infatti non è la visibilità bensì la serenità dei cittadini, che hanno il diritto di sentirsi sicuri nei propri quartieri”.

Pubblicità