Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Programma lavori Consiglio comunale Verona del 23 Marzo

Il Consiglio comunale tornerà a riunirsi Giovedì 23 Marzo, alle ore 17.30, per l’esame di dieci proposte di delibera e due mozioni.

Al primo punto dei lavori la proposta di delibera per la modifica degli articoli del regolamento comunale della pubblicità e delle pubbliche affissioni. Seguirà l’esame delle proposte di delibera per l’alienazione della quota detenuta da Veronamercato s.p.a. nella società Laboratorio Agroalimentare di Verona s.r.l. in liquidazione; il regolamento per l’erogazione di prestazioni economiche integrative di rette per i servizi residenziali a ciclo continuativo per persone non autosufficienti, con la modifica all’articolo 6, in adeguamento alla nuova normativa in materia di Isee; la modifiche al regolamento per la tutela e la valorizzazione delle Botteghe storiche del Comune di Verona; l’accordo di programma tra Fondazione Accademia di Belle Arti di Verona, Comune di Verona e Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della ricerca (Miur) preordinato all'avvio di una graduale statizzazione dell'Accademia di Belle Arti di Verona; la deroga alla destinazione d'uso del P.I. ai sensi dell'art. 14 comma 1bis del d.p.r. n. 380/01 per intervento di ristrutturazione mediante frazionamento in più unità e parziale cambio di destinazione d'uso a commerciale e direzionale di un complesso produttivo sito in Corso Venezia n. 107 - ditta Vittoria s.r.l.; il permesso di costruire in deroga con procedura di cui all'art. 3 della l.r.v. n. 55/2012, di cui alla domanda unica n. 06.03/006724/2016, con istanza di autorizzazione paesaggistico-ambientale (d.lgsl. n. 42/2004), per la realizzazione di un intervento di ampliamento di un'attività produttiva, relativamente all'immobile sito in lungadige Attiraglio n. 68 -ditta Erretre s.a.s; la modifica dell'art. 44 in tema di partecipazione popolare; il regolamento per l'attuazione dei diritti di partecipazione popolare in attuazione dell'art. 44 dello Statuto comunale.

Infine saranno trattate le due mozioni, la prima a firma del consigliere Pd Fermo, su ‘Destinazione degli spazi del compendio dell'ex Macello con priorità ad attività di condivisione degli spazi (co-working) e imprese ad alto contenuto innovativo e artistico’; la seconda, a firma del consigliere movimento 5 stelle Benciolini, su ‘Gestione fondo Giarol Grande’.
 

Pubblicità