Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Corso Venezia, Verona: lavori per maggiore sicurezza e fluidità del traffico

Restano in zona le risorse da opere urbanistiche compensative.

La sistemazione viabilistica di corso Venezia, dove servono maggiore sicurezza e fluidità del traffico, verrà realizzata con opere compensative frutto della riqualificazione urbanistica della zona. La novità dell’utilizzo in loco delle risorse è stata illustrata dagli assessori alla Viabilità Luca Zanotto e all’Urbanistica Ilaria Segala.

L’idea progettuale è simile a quella già utilizzata su Corso Milano, dove l’incidentalità è stata notevolmente ridotta. Fra gli interventi previsti, c’è l’inserimento tra Porta Vescovo e via Quattro Stagioni di un cordolo di separazione, che impedisca le svolte a sinistra. A seguire, la realizzazione sull’asse stradale di alcune rotonde che permettano una migliore fluidificazione del traffico e l’immissione in sicurezza dei veicoli da e per le strade interne la quartiere. Sarà realizzata una rotatoria in corrispondenza di via Quattro Stagioni, nel tratto prospiciente il distributore di carburanti, e contestuale una rotatoria tra via Pasti e via Belviglieri. Successivamente si provvederà alla sistemazione delle intersezioni di via Belviglieri con via del Capitel e di via Capitel con corso Venezia, con la possibile realizzazione di una rotatoria di collegamento. Un’ulteriore rotatoria è in esame, in sostituzione dell’impianto semaforico in direzione del sottopasso di Porto San Pancrazio.
E’ in fase di studio una rotonda all’altezza dell’ex lanificio Tiberghien, per una maggior razionalizzazione del traffico veicolare della zona.

“Obbiettivo primario è garantire una migliore mobilità, sicurezza e vivibilità dei quartieri – sottolinea l’assessore Zanotto –, realizzando progetti che pongano al centro le vere esigenze della cittadinanza. Prima pensiamo alle infrastrutture stradali che possono moderare il traffico e realizzare un maggiore deflusso dei veicoli e poi si può studiare un progetto di rigenerazione del tessuto urbano della zona”.

Le prime risorse arriveranno dalla delibera, approvata nell’ultima giunta, di cambio di destinazione d’uso, presentata dalla società Vittoria srl per un complesso produttivo presente in viale Venezia (parte commerciale e parte terziario). L’intervento riguarda un’area di complessivi 7 mila 500 mq., con 2 mila 500 mq. di edificato di cui ne saranno definitivamente demoliti circa 500 mq., che apporterà al Comune un contributo di sostenibilità pari a circa 415 mila euro ed un contributo di costruzione pari a circa 102 mila euro.

“I contributi sono già vincolati per la realizzazione della una corsia di separazione e di una rotatoria tra Porta Vescovo e via Quattro Stagioni – spiega l’assessore Segala –. Ci siamo concentrati su quest’area della città perché ci sono diverse attività ormai dismesse che richiedono una rigenerazione urbanistica importante, da integrarsi con la sostenibilità viabilistica del quartiere”.

Pubblicità