Veronaoggi.it

Pubblicità

242 vetture al via del Rally Due Valli 2019 in programma dal 10 al 12 Ottobre

Pin It

Saranno 242 gli iscritti per il Rally Due Valli 2019. L'affetto per la gara e l'importanza che il Due Valli ha assunto a livello nazionale negli ultimi anni hanno portato a questo importante risultato che darà vita ad uno spettacolo imperdibile tutto da seguire.

rally2Valli650

Saranno 62 i partecipanti al 37° Rally Due Valli valido per il Campionato Italiano Rally, la gara più importante del prossimo weekend. 83 al via del 37° Rally Due Valli valido per la Coppa Rally di Zona con un elenco iscritti di assoluto valore mai come in questa edizione. Ben 45 le vetture da rally storiche del 14° Rally Due Valli Historic valido per il Campionato Italiano Rally Auto Storiche e 9 gli equipaggi in lizza per il Trofeo Rally di Zona. Infine, grande numero per la Regolarità Sport 9° Due Valli Classic, con 43 vetture ai nastri di partenza. Di seguito i dettagli.

A capitanare i 62 concorrenti saranno Giandomenico Basso e Lorenzo Granai (SKODA Fabia R5) che arrivano da capofila della classifica tricolore e proveranno a mettere una seria ipoteca sulla loro avanzata. L'ultima apparizione di Basso al Rally Due Valli fu nel 2016 quando giunse terzo e si laureò campione italiano.

Ad inseguire un risultato di spessore anche Luca Rossetti ed Eleonora Mori (Citroen C3 R5) vincitori delle ultime due edizioni e a caccia dell'affermazione nella stagione del debutto del double chevron nella massima serie italiana. Attenzione ovviamente anche a Campedelli-Canton (Ford Fiesta R5 MKII) e Crugnola-Ometto (SKODA Faba R5), ancora matematicamente in corsa per il titolo. Interessante anche la partecipazione di Luca Bottarelli e Walter Pasini (SKODA Fabia R5), giovani di belle speranze del rallysmo tricolore alla quarta uscita con la berlinetta di Mlada Boleslav. Potrebbero fare bene anche Scattolon-Nobili (Hyundai i20 R5 New Generation), Rusce-Farnocchia (SKODA Fabia R5) e Profeta-Raccuia (SKODA Fabia R5).

La classifica del Campionato Italiano Rally prima del Due Valli recita: 1. Basso pt. 74.5 – 2. Rossetti pt. 61.5 – 3. Campedelli pt. 56.75; 4. Crugnola pt. 52.25. La gara metterà in palio 15 punti al primo, 12 al secondo, 10 al terzo, 8 al quarto, 6 al quinto e poi a seguire fino al decimo posto che varrà 1 punto.

Tra i veronesi spiccano Hoelbling-Fiorini (Hyundai i20 R5 New Generation) sulla vettura gestita dalla S.A. Motorsport della famiglia Scandola, mentre al debutto al Due Valli su una vettura di classe R5 saranno Zantedeschi-Righetti (SKODA Fabia R5). La pattuglia “gialloblu” proseguirà con molti altri equipaggi tra cui la famiglia Strabello al completo con Strabello-Bianchi (Peugeot 207 S2000) e Strabello-Scardoni (Suzuki Swift), gli agguerriti equipaggi che si contenderanno la classe S1600 tra cui Gaspari-Falezza, Vigliaturo-Zandonà, Sartori-Turco (Renault Clio S1600) e Stizzoli-Anselmi (Citroen C2 S1600). Ma non finisce qui e la gara sarà tutta da seguire.

Programma:

Partenza Venerdì alle 13:00 dal Parco Assistenza di Veronafiere (Parcheggio P3). Prima tappa con due ripetizioni della prova speciale di “Erbezzo” (km 22,38) e chiusura con la prova spettacolo SPS SUZUKI – Città di Verona a partire dalle 21:45. Sabato tappone con otto prove speciali, quattro da ripetere per due volte: “Roncà” (km 10,98), “Ca' del Diaolo” (km 21,33), “Santissima Trinità” (km 10,71) e “Marcemigo” (km 11,19). Arrivo in Piazza Bra a Verona a partire dalle ore 19:00.

37° RALLY DUE VALLI – COPPA RALLY DI ZONA –
82 vetture sono probabilmente il record storico della gara “regionale” e mai come quest'anno la qualità dei piloti al via è di assoluto livello. La sfida della Coppa Rally di Zona sarà quest'anno davvero appassionante.

Escludendo solo per motivi di brevità i tanti nomi interessanti al via con vetture di categoria inferiore alle R5 che sicuramente si inseriranno nella lotta per le prime cinque posizioni, specie se si considerano i tanti piloti veronesi desiderosi di fare bene nella gara di casa, con le vetture top class il parco partenti è da assoluta.

Pinzano-Zegna (SKODA Fabia R5/New Drivers Team) e Carella-Bracchi (SKODA Fabia R5/Munaretto) riprenderanno da dove hanno lasciato nel CIWRC per confrontarsi in una gara che entrambi affrontano per chiudere la stagione con una vittoria. E saranno sicuramente scintille dato che Pinzano ha conquistato la classe nel CIWRC ma Carella ha ancora qualcosa da dire.

Attenzione a Bianco-Lamonato (SKODA Fabia R5/Julli) al debutto al Due Valli che quest'anno hanno sfiorato il podio al Rally della Marca, in CIWRC.

La pattuglia di piloti locali e “quasi” locali è poi nutritissima. Roberto Righetti sarà affiancato da Massimo Nalli, direttore generale di Suzuki Italia, sulla consueta Citroen DS3 R5 (GDA Communication). Attenzione poi a Cunegatti-Righetti (SKODA Fabia R5), Cocco-Buccino (SKODA Fabia R5/For Sport) e Degani-Marai (SKODA Fabia R5/Winners Rally Team), per la seconda volta con la vettura di Mlada Boleslav.


PROGRAMMA 37° RALLY DUE VALLI CRZ –
Partenza alle 14:00 dal Parco Assistenza di Veronafiere Venerdì 11 Ottobre per disputare quattro prove speciali, due da ripetere per due volte: “Cappella Fasani” (km 5,35) e “Passo Fittanze” (km 12,89) che altro non sono se non la “Erbezzo” suddivisa in due tratti cronometrati per ragioni di regolamento. La Coppa Rally di Zona non disputerà la prova spettacolo. Sabato seconda tappa con sole 4 prove, le stesse del CIR ma percorse per un solo passaggio. Arrivo in Piazza Bra a partire dalle ore 15:30 come prima manifestazione in pedana.


14° RALLY DUE VALLI HISTORIC – CAMPIONATO ITALIANO RALLY AUTO STORICHE + TROFEO RALLY DI ZONA –
Era da anni che lo storico non contava un così corposo numero di partenti. 45 vetture nel Campionato Italiano Rally Auto Storiche e 9 nel Trofeo Rally di Zona sono un grande risultato che, alla luce degli iscritti, si prepara a mettere in scena una gara incerta e tutta da seguire.

Al via saranno soprattutto i piloti che puntano all'assoluta del CIRAS oltre ai contendenti dei raggruppamenti ancora da assegnare, ma a questi si aggiungono i piloti veronesi con conferme e ritorni che stanno facendo crescere l'attesa e la trepidazione per questo evento. Rimoldi-Consiglio (Porsche 911 SC/Rally&Co), Bertinotti-Rondi (Porsche 911 RSR/Rally&Co) e Lombardo-Livecchi (Porsche 911 SC/Island Motorsport) si confronteranno sia per la classifica assoluta del Campionato sia per chiudere il 3° Raggruppamento che vede in lizza Rimoldi e Lombardo.

La notizia bomba è quella del ritorno di Riccardo Andreis, che con l'inseparabile Stefano Farina porteranno in gara a due anni dall'ultima apparizione insieme la Porsche 911 SC della Daytona Race con la quale spesso si sono messi in luce nella gara di casa. La coppia veronese avrà tanti rivali “di casa” con cui confrontarsi. Per citarne alcuni Patuzzo-Martini (Toyota Celica GT Four/Team Bassano), “Raffa”-Leso (BMW M3/Scaligera Rallye), Tezza-Merzari (BMW M3/Scaligera Rallye), Sanna-Dal Brà (BMW M3/Team Bassano), Bombieri-Tripi (BMW M3/Company Rally Team) e i funambolici Cattilino-Pesavento (Opel Kadett GTE/Team Bassano) oltre a Policante-Valdegamberi (Opel Ascona/Pro Energy Motorsport).

Tra i pretendenti alle zone alte della classifica anche la BMW M3 (Scuderia Palladio Historic) di Nodari-Nodari, la Ford Sierra Cosworth (Scuderia Palladio Historic) di Bianco-Budoia e un'altra BMW M3 (Team Bassano), quella di Pedretti-Fedele.

Da segnalare la partecipazione, oltre alla stupenda Fiat 131 Abarth “Alitalia” di Menegolli-Zambelli (Team Bassano) anche di un'altra Fiat 131 Abarth che sarà guidata da Lino Zanussi, figlio di Andrea, autore di alcune delle più belle pagine del motorsport italiano nell'epoca dei Gruppi B e non solo. Lino sarà navigato da Paolo Cargnelutti.

Difficilissimo sperticarsi in pronostici avventati, perché il Trofeo Rally di Zona contrapporrà piloti dalle prestazioni molto livellate quindi tutto può succedere. Se la vittoria assoluta sembra affare per il solo Giorgio Costenaro con Sergio Marchi e la loro bellissima Lancia Stratos HF, la pattuglia che li segue offrirà sicura baggare. Montemezzo-Fiorin (Opel Kadett GSI/GDA Communication) sono dati tra i favoriti, ma attenzione anche a Pellizzari-Pellizzari (Opel Kadett GTE/Scuderia Palladio Historic) e a Pellizzari-Pieropan (Ford Escort RS/Team Bassano). Puntano in alto anche Paiusco-Belloni (Ford Escort 1.6 Sport/Scaligera Rallye) e Savioli-Paccagnella (Opel Kadett GTE/Team Bassano).


PROGRAMMA 14° RALLY DUE VALLI HISTORIC CIRAS + TRZ –
Partenza Venerdì sera alle 18:20 dal Parco Assistenza di Veronafiere in direzione SPS Suzuki-Città di Verona al Parcheggio C dello Stadio Bentegodi per la prova spettacolo di apertura da disputarsi uno contro uno. Sabato tappone con otto prove speciali, quattro da ripetere per due volte: “Roncà” (km 10,98), “Ca' del Diaolo” (km 21,33), “Santissima Trinità” (km 10,71) e “Marcemigo” (km 11,19). Arrivo in Piazza Bra a Verona a partire dalle ore 20:20. Il TRZ disputerà Sabato solo le prime sei prove (fino alla “Ca' del Diaolo/2”) e poi proseguirà in coda in trasferimento fino al traguardo di Piazza Bra.


9° DUE VALLI CLASSIC – TROFEO TRE REGIONI REGOLARITÀ SPORT -
Parerre di classe alla Regolarità Sport, giunta alla sua nona edizione. La rivisitazione del percorso ha attirato ben 43 equipaggi e tra questi la creme dei professionisti del pressostato in lizza per il Trofeo Tre Regioni e non solo.

Obbligatorio partire dal trittico delle meraviglie, ovvero Argenti-Amorosa (Porsche 911 T/Scuderia Palladio Historic), Senna-Zaffani (BMW 2002 Tii/Scuderia Palladio Historic) e Turri-Russo (Fiat 128/Scuderia Progetto M.I.T.E.) che si presentano ai nastri di partenza con i galloni dei favoriti. Da segnalare che Turri correrà con navigatrice ipovedente, come prerogativa della Scuderia Progetto M.I.T.E.

Potrebbero essere avversari ostici, se in giornata, anche gli inossidabili Scapin-Morandi (Lancia Beta Montecarlo) che hanno già fatto bene in più di un'occasione al Due Valli Classic, oltre a Bentivogli-Marani (Fiat 124 Abarth/Racing Team Le Fonti).

Nutrita, e come potrebbe essere altrimenti, la pattuglia dei veronesi, tra i quali non occorre mai sottovalutare Carcereri-Franchini (Peugeot 205 GTI/Scuderia Palladio Historic) e Faccio-Gaio (Opel Kadett GTE/Pro Energy Motorsport) che oltre ad essere particolarmente funambolici sanno anche inanellare tempi di assoluto valore. Occhio poi a Marcolin-Albieri (Fiat 124 Abarth/Rally Club Team) e all'equipaggio Rally Club Valpantena formato da papà Sergio Brunelli e la figlia Sofia (Opel Kadett GTE).


PROGRAMMA 9° DUE VALLI CLASSIC –
Partenza Sabato alle 15:41 dal Parco Assistenza di Veronafiere P3 per disputare il secondo giro sulle prove di “Roncà” (km 10,98), “Ca' del Diaolo” (km 21,33), “Santissima Trinità” (km 10,71) e “Marcemigo” (km 11,19). Ogni prova sarà suddivisa in due rilevamenti per un totale di o prove cronometrate a tempo (PCT) che secondo il regolamento della specialità i concorrenti dovranno rispettare al centesimo di secondo. Quanto più si avvicineranno al tempo imposto tanto più saranno stati precisi. Arrivo in Piazza Bra come ultima manifestazione del gruppo a partire dalle 21:30.

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti

Pubblicità
Pubblicità