Veronaoggi.it

Pallanuoto Banco Bpm Sport Management batte ai rigori l’Ortigia Siracusa

Pin It

La squadra chiude al terzo posto il campionato e si qualifica per la Champions League

BpmTerzoPosto200È un’autentica battaglia la finale per il terzo posto tra Pallanuoto Banco Bpm Sport Management e i padroni di casa dell’Ortigia Siracusa con i Mastini che strappano la vittoria ai tiri di rigore ai padroni di casa. Un successo che vale la qualificazione alla Champions League 2018-2019 per il sette di mister Marco Baldineti.

Il primo gol della finale per il terzo posto lo firma il bustocco Drasovic ben imbeccato dall’assist di capitan Gallo con la Pallanuoto Banco Bpm Sport Management che è chirurgica con l’uomo in più, poi la squadra di casa fa pari con l’ex Jelaca. Il secondo gol di giornata dei Mastini è opera di Mirarchi ancora in superiorità, ma l’Ortigia impatta trasformando il rigore che vale il 2-2 dopo 4’. La risposta della squadra di Baldineti è affidata al missile di Petkovic (uomo in più) per il 3-2, poi Vapenski, con uomini pari, rimette ancora la gara in equilibrio. Luongo però dà nuovamente il vantaggio agli ospiti, con la diagonale che s’infila alla sinistra di Caruso. In avvio di secondo tempo Casasola, ancora in vantaggio numerico, impatta, poi la gara s’infiamma e ne fanno le spese Luongo e Abela entrambe espulsi definitivamente. Capitan Gallo riporta di nuovo avanti i suoi trasformando il rigore, Lazovic neutralizza il tiro da distanza ravvicinata di Napolitano, poi gli ospiti scappano a +3 con Petkovic, che infila in superiorità, e con Di Somma (il sesto realizzatore di giornata per la BPM) per il 7-4. Il terzo gol del match griffato Petkovic è quello dell’8-5 dopo 1’ di terzo tempo, ma l’Ortigia non molla e Di Luciano in controfuga riporta sotto i suoi fino all’8-7, poi il terzo parziale si chiude ancora con una doppia espulsione: quella di Valentino per la Bpm e quella di Di Luciano per i padroni di casa. I siracusani pareggiano, sfruttando la doppia superiorità, con Giacoppo in avvio di quarto tempo, ma Petkovic è infallibile e firma il poker che ripota i suoi avanti 9-8. L’ex Jelaca rimette di nuovo la partita in perfetta parità, la Pallanuoto Banco Bpm Sport Management sostituisce Lazovic con Nicosia attimo prima della sirena finale e poi si arriva alla lotteria dei rigori con Mirarchi che manca la porta, e il potenziale gol partita, di pochi centimetri. Decisivi ai tiri dai 5 metri il gol di Gallo e la traversa di Vapenski che consegna il successo ai Mastini.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità