Veronaoggi.it

Pubblicità

"Una partita per Tommy": raccolta fondi a favore dell'ittiosi

Pin It

L’associazione CuoreChievo ha organizzato per Martedì 16 Ottobre una partita benefica per curare l’ittiosi.

PartitaTommy700

La raccolta fondi è destinata a sostenere la produzione del farmaco necessario a questa malattia rara, per la quale ancora non ci sono rimedi risolutivi.

 La campagna di sensibilizzazione è stata avviata a Verona dal sindaco Federico Sboarina, dopo aver incontrato un mese fa i genitori del piccolo Tommy, 5 anni, affetto da ittiosi lamellare.

 “Una partita per Tommy” si disputerà fra Chievo Legends e All Stars del capitano Damiano Tommasi alle ore 17,30 al Bottagisio con biglietto di ingresso 15 euro. Il ricavato andrà interamente devoluto alla causa.

 La mancanza di un enzima provoca la secchezza della pelle, che perde elasticità e impedisce di sudare. La ricerca realizzata dall’università tedesca di Munster è riuscita a creare un gel che permette di curare la malattia. La sperimentazione sugli animali ha già dato risultati positivi, ma ora sono necessari 2 milioni di euro per realizzare i prototipi della crema e circa 15 milioni affinché l’industria farmaceutica avvii la produzione. La distribuzione del gel rappresenterebbe un risparmio anche per il Sistema sanitario nazionale che fornisce già i malati di altri farmaci non risolutivi.

 L’iniziativa benefica è stata presentata nei giorni scorsi con la presenza del sindaco Federico Sboarina, Alessandro Cardi presidente CuoreChievo, Fabio Moro capitano Chievo Legends, Massimo Bucci preparatore atletico delle giovanili del Chievo e papà di Tommy, Adriano Tomba segretario generale della Fondazione Cattolica, che sostiene l’evento insieme a Aic onlus, Lollo’s Group e Tommasi vini.

 “Sono orgoglioso della nostra città – ha detto il sindaco – perché risponde sempre attivamente quando ci sono cause importanti come questa. Qualche settimana fa mi sono impegnato con i genitori del piccolo Tommy a sostenere la raccolta fondi necessaria per il farmaco. L’iniziativa di oggi è particolarmente significativa perché ci aiuta a coinvolgere il mondo dello sport e a far conoscere sempre di più questa malattia rara, per la quale serve l’aiuto di tutti. Fortunatamente la ricerca ha già prodotto buoni risultati, adesso si tratta di trovare i fondi per la produzione del gel che aiuterebbe Tommy e tutte le persone come lui ad avere una quotidianitàmigliore: Siamo solo all’inizio, so che Verona farà anche molto altro”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità