Veronaoggi.it

San Giovanni Lupatoto. L'albero della vita: esposti in municipio i lavori degli studenti

Pin It

Realizzati nell’ambito del progetto “San Giovanni Lupatoto - Città amica delle bambine e dei bambini”.

Da Mercoledì 23 Maggio l’atrio del Municipio di San Giovanni Lupatoto ospiterà una mostra dedicata ai lavori realizzati dagli alunni di tutte le scuole del territorio nell’ambito del progetto Unicef Città amica dei bambini e degli adolescenti.
Quest'anno la mostra porterà in Comune gli “Alberi dei diritti”: un progetto realizzato per far conoscere a tutte le bambine e i bambini come a tutte le ragazze e i ragazzi alcuni diritti della Convenzione sull’Infanzia e Adolescenza, riservando una particolare attenzione ai doveri di ciascuno nel rispetto reciproco all’interno della comunità.

L’inaugurazione ufficiale dell’esposizione si terrà Venerdì 25 Maggio alle ore 10,00 alla presenza del Sindaco Attilio Gastaldello e dell’Assessore delegato all’Istruzione, Infanzia e Adolescenza Debora Lerin, nonché della Presidente del Comitato Unicef di Verona Adele Spiniella Bertoldi e altri funzionari preposti di Unicef Nazionale.

«L’Amministrazione comunale sta procedendo con i passi previsti dalla convenzione Unicef per raggiungere il riconoscimento di San Giovanni Lupatoto quale Città Amica dei minori all’interno di un programma il cui principale obiettivo è garantire maggiore attenzione verso il mondo dell’Infanzia e dell’Adolescenza, attraverso l’ ascolto dei minori. Quest’anno, infatti, si è svolta la prima elezione del Sindaco delle Ragazze e dei Ragazzi all'interno di un nuovo Consiglio Comunale per i minori, uno strumento essenziale per mettere a confronto il mondo dei più piccoli con quello degli adulti dove i minori possano esprimersi liberamente, partecipare alla vita sociale e culturale della comunità, ricevere i servizi di base come la salute e l’istruzione, sentirsi protetti, camminare in sicurezza e incontrare amici per giocare, avere spazi verdi a disposizione e pari opportunità nell’accesso ai servizi»– spiega l’assessore Debora Lerin.

Pubblicità