Veronaoggi.it

Pubblicità

San Giovanni: al via il nuovo servizio per l’asilo nido comunale A. Sabin

Pin It

Cooperativa Sociale Azalea nuovo gestore di una sezione del nido comunale

salaConsiliare400E’ stata presentata ieri sera, Martedì 6 Novembre, in sala consiliare, la nuova équipe di educatori della Cooperativa Sociale Azalea, nuovo gestore di parte dei servizi del nido A. Sabin di via Monte Ortigara. L’incontro, con relatori il Sindaco Attilio Gastaldello, l’Assessore Delegato all’Istruzione Debora Lerin, la Presidente di Azalea Linda Croce e la Responsabile Area Educazione e Cultura di Azalea Roberta Zanca, ha visto un’ottima partecipazione di genitori.

“La serata è l’occasione per approfondire il progetto educativo sviluppato per le sezioni dei piccoli 1 e 2 e per far conoscere le attività in programma: Azalea gestirà infatti, a partire dall’anno educativo in corso e per i tre anni futuri, una sezione del nido comunale, oltre ai servizi di ausiliariato. L’assegnazione è avvenuta non solo in base al criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ma anche tenendo conto della qualità del servizio offerto e delle nuove proposte che integrano i bisogni di un’intera comunità”, spiegano il Sindaco Attilio Gastaldello e l’Assessore Delegato all’Istruzione Debora Lerin.

Il costo a carico del Comune sarà di 458.000,00 euro per i tre anni educativi e prevede la gestione del servizio educativo di una sezione, la cura, la vigilanza, l’igiene personale del bambino e il servizio di assistenza dei piccoli durante i pasti, la cura e la pulizia e il riordino dei locali delle tre sezioni. Altresì, come conferma l’Assessore Lerin, è stata confermata la presenza non solo delle due educatrici delle sezioni dei piccoli per garantire, come previsto, la continuità del servizio, ma anche le ausiliarie, al fine di garantire il servizio di igiene e cura dei bambini durante i pasti; rimarrà in servizio anche l’educatrice per il sostegno ai bambini con certificazione.

“In questo periodo si tiene la fase di accompagnamento dei più piccoli, che durerà qualche settimana, garantito dalle due educatrici comunali - aggiunge l’Assessore Lerin;- Con il nuovo appalto l’Amministrazione comunale intende garantire la massima qualità del servizio, a favore dei piccoli lupatotini e delle loro famiglie, andando incontro alle esigenze soprattutto di chi lavora. Inoltre la gestione mista pubblico-privato apporta alcune migliorie alla gestione: ad esempio sarà disponibile la professionalità di uno psicologo, un psicomotricista e un logopedista. Va comunque ricordato che la gestione del nido rimane in carico all’Amministrazione comunale, così come la programmazione e il controllo della struttura”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità