Veronaoggi.it

Sindaco Verona incontra sindaco Mantova: possibili collaborazioni

Pin It

Il Sindaco Federico Sboarina ha ricevuto ieri il collega di Mantova, Mattia Palazzi. All’incontro, che si è svolto

sindacoMantova450in via informale nell’ufficio del Sindaco, era presente anche il presidente di Confindustria Mantova Alberto Marenghi.

 Tra i temi trattati sui quali i Sindaci hanno condiviso un impegno congiunto: il potenziamento della linea ferroviaria Mantova-Verona, con la verifica della deviazione e realizzazione della stazione dedicata all’aeroporto Catullo. Un obiettivo da perseguire con l’azione condivisa di più attori, comprese le Regioni, e che, tra i benefici, porterebbe all’ammodernamento della linea e ad una maggiore sicurezze e velocità dei mezzi, con conseguente dimezzamento dei tempi di percorrenza della tratta Mantova-Verona.
 Logistica e intermodalità, con riferimento soprattutto al Quadrante Europa per valorizzare le potenziali funzioni di cerniera di un territorio che da Mantova si estende ben oltre Verona, sfruttando il sistema organico ed integrato di servizi logistici efficienti e di alto livello e il porto intermodale di Valdaro di Mantova.

 “L’incontro di questa mattina, oltre che l’occasione per conoscere il collega di Mantova, ci ha permesso di parlare di possibili collaborazioni e progetti da condividere – ha detto Sboarina -. Effettivamente, le due città insieme, possono sviluppare programmi di interesse comune. Trasporti, logistica e multiutility, sono i campi individuati; nell’ottica, infatti, di rilancio dell’aeroporto Catullo, che uno dei nostri principali obiettivi, è importante lavorare insieme con tutti i soci territoriali, per una strategia il più condivisa e partecipata possibile”.

 “Su alcuni temi servono politiche d’area – sottolinea Palazzi -. Le nostre città, sfruttando anche la comune posizione sull’asse del Brennero possono fare insieme molte cose, sia per il sistema economico dei territori, sia per una più moderna e veloce raggiungibilità delle città con i treni. Su questi punti, sulla logistica e l’intermodalità, sfruttando il porto di Valdaro, possiamo connettere sistemi economici di una delle aree più ricche del paese”.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità