Veronaoggi.it

Il sindaco di Verona incontra il papà di Tommasoli

Pin It

Il sindaco Federico Sboarina ha incontrato ieri Luca Tommasoli, padre di Nicola, il giovane veronese rimasto

tommasoli450ucciso a seguito di un’aggressione in Corticella Leoni il 1° maggio 2008. Durante l’incontro è stato consegnato al sindaco il libro di fotografie, realizzato nel 2008 dell’associazione “Madri insieme per una Verona civile”, in cui sono state raccolte le testimonianze di tutto quanto è stato scritto ed esposto a Porta Leoni dopo il tragico omicidio di Nicola.

 “La perdita di un giovane – ha sottolineato il sindaco Sboarina – è sempre motivo di grande dolore e smarrimento. Una scomparsa che per noi amministratori deve rappresentare il punto di partenza da cui far crescere, nella nostra azione di governo e nei cittadini, i fondamentali valori di civile convivenza, quali rispetto della vita, tolleranza e dialogo. Un percorso da cui far nascere nuovi positivi esempi per la nostra collettività e, in particolare, per i nostri giovani”.

 Da oggi, in occasione del 10° anniversario dalla morte di Nicola, per tutto il mese di maggio, si terranno a Verona, incontri, concerti, momenti musicali e teatrali aperti a tutta la cittadinanza.
 Tra gli eventi più significativi,  il 3 Maggio alle 20.30 nella chiesa di S. Nicolò; gli spettacoli teatrali “Uno strappo: Nicola Tommasoli anno 2008”, il 4 Maggio alle 21 al Polo Zanotto e “L. Caino”, il 16 Maggio alle 20.30 al teatro David (Cadidavid), con la partecipazione di Natalino Balasso, Giorgio Canali, Dagmawi Yimer e Adone Brandalise; l’incontro con Gian Antonio Stella al Liceo Fracastoro, il 22 Maggio alle 8.30.
 Il programma, patrocinato dal Comune, è promosso dalla famiglia Tommasoli in collaborazione con l’associazione Prospettiva Famiglia, la Rete di Scuole “Scuola e Territorio: Educare insieme”, il gruppo “Radici dei Diritti” dell’Ateneo di Verona, Legambiente Verona e diverse associazioni del territorio.

Pubblicità