Veronaoggi.it

Pubblicità

All'Ars Lab 21 interventi della città che cambia

Pin It

Sindaco Sboarina: "in due anni abbiamo avviato i cantieri per la Verona del futuro"

plastico21Interventi350Un grande plastico in cui sono collocati i 21 principali luoghi di cantiere che cambieranno la città. Alcuni sono già partiti, altri sono imminenti e verranno realizzati sia dal Comune sia da soggetti privati. Tutto questo è visibile all’Ars Lab inaugurato ieri all’Arsenale. Uno spazio che da Settembre ospiterà un evento al mese perché i cittadini siano informati e consapevoli del cambiamento di cui Verona è già protagonista.

 I luoghi della Verona del futuro sono: Arsenale, i compendi del Piano Folin, con Fondazione Cariverona protagonista della rigenerazione di una parte del centro storico con Palazzo del Capitanio e Castel San Pietro, ex Manifattura Tabacchi, le Gallerie Mercatali, l’ex scalo merci dove sorgerà il Central Park, la Casa di Giulietta, i Magazzini Generali, ex Tiberghien, la Dogana a San Fermo, (per i quali il processo di riqualificazione è già partito). Poi c’è la partita di Verona Fortificata, da recuperare anche attraverso il partenariato pubblico-privato (mura di Verona e forti austriaci, Forte San Procolo, Forte Sofia, Castello di Montorio, Torri Massimiliane). Poi Palazzo Boccatrezza e il Silos di Levante, i cui recuperi sono garantiti dal bando delle Periferie, lo stadio Bentegodi, il Lazzaretto, Basso Acquar, Lungadige Galtarossa.

 Non è un caso se la presentazione ufficiale dell’Ars Lab è avvenuta all’Arsenale, nella palazzina di Comando, luogo simbolo del cambiamento messo in atto dall’Amministrazione in questi primi due anni di mandato, il cui recupero è finalmente partito. A giorni sarà infatti indetta la gara europea per la progettazione esecutiva e definitiva dell’intero complesso e entro l’anno si vedranno i cantieri. In corso il rifacimento dei tetti, l’attività antisismica e la bonifica del terreno.
 Insieme all’Arsenale, molti altri luoghi che nei prossimi anni saranno completamente rigenerati, attraverso una pianificazione che va oltre gli strumenti urbanistici per uno sviluppo urbano sostenibile e partecipato, frutto di scelte che tengono conto delle richieste di tutti i principali attori cittadini.

pannelli21Interventi650

“Questa è la Verona di domani. Oggi, a due anni esatti dal nostro insediamento, la città si è rimessa in moto. Dopo anni di stallo, è ripartita con un rilancio importante che è incontestabile e sotto gli occhi di tutti. Dai grandi eventi di livello internazionale, all’ultima assegnazione delle Olimpiadi 2026, fino ai grandi progetti di riqualificazione urbana. Stiamo lavorando per una rigenerazione complessiva della città, secondo una visione strategica di crescita economica, turistica, che ci porti a essere una capitale europea come Milano. Un’ambizione legittima e fondata, visto che i presupposti per diventare ancora più internazionali ci sono tutti. Partiamo dall’Arsenale, luogo simbolo del nostro mandato, che abbiamo voluto a tutti i costi non diventasse un centro commerciale bensì un luogo aperto a tutti, di storia, cultura e aggregazione. Insieme all’Arsenale, altri 20 cantieri cambieranno il volto di Verona, uno tra tutti il Central Park all’ex scalo merci”.

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti

Pubblicità
Pubblicità