Veronaoggi.it

Pubblicità

Il Veneto legge: il 28 Settembre oltre 800 eventi in tutta la regione

Pin It

Una manifestazione che promuove la lettura e il piacere di leggere insieme

Torna Venerdì 28 Settembre in tutto il Veneto con oltre 800 eventi la maratona di lettura Il Veneto legge, iniziativa alla seconda edizione promossa dall’Assessorato alla cultura della Regione del Veneto.
Il tema scelto quest’anno, al quale si ispirano le numerose e variegate iniziative, è “Leggere il paesaggio”: la bibliografia proposta propone circa 200 titoli che spaziano tra opere di autori veneti, libri sul Veneto e grandi classici suddivisi in nove sezioni (“Terre alte”, “Chiare, fresche et dolci acque”, “Oh, cielo!”, “Paesaggire”, “Eppur si muove (in viaggio)”, “Legno e terra”, “Uh, uh! Umano/Urbano (paesaggio)”, “Da vicino da lontano (giardini)”, “Saggine”). Tra questi le numerose realtà che hanno aderito all’iniziativa hanno scelto i libri preferiti, dai quali Venerdì prossimo leggeranno alcuni brani con l’obiettivo di promuovere la lettura coinvolgendo tutta la cittadinanza, dai bambini fino agli anziani e dando una dimostrazione di quella che è l’attività che biblioteche e scuole portano avanti nel corso di tutto l’anno.

Il numero degli eventi che “correranno” la seconda maratona regionale di lettura è oggi circa 800, ma si tratta di un dato destinato a crescere poiché ci sarà tempo fino a Venerdì 28 Settembre per iscrivere altre iniziative. Con ogni probabilità sarà superato il già ottimo risultato ottenuto nel corso della prima edizione nel 2017, che aveva visto in campo 827 eventi di lettura.
Ad oggi le biblioteche coinvolte sono 300, le scuole (di ogni ordine e grado, dal nido alle superiori) sono 350, mentre librerie, musei, gruppi di lettura, case di riposo, locali commerciali, case private, sedi di associazioni sono 150: un’aggregazione resa possibile dal solerte lavoro di 7 librofori, lettori di "Leggere per leggere” che hanno visitato biblioteche e musei della regione e promosso cinquanta incontri con bibliotecari, insegnanti, gruppi di lettura, lettori volontari, associazioni, per veicolare il messaggio della maratona di lettura.

A leggere Venerdì prossimo saranno davvero tutti: insegnanti e studenti, genitori e figli, amministratori, librai e bibliotecari, scrittori e lettori, bambini e adulti, giovani e anziani.
Gli eventi sono distribuiti uniformemente in tutto il territorio regionale: 116 a Venezia, 46 a Padova, 73 a Verona (ilvenetolegge.it/category/verona/), 88 a Vicenza , 130 a Treviso , 40 a Belluno  e 38 a Rovigo.

Gli eventi più curiosi. La lettura è un’attività smart e flessibile, che anche quest’anno ha ispirato eventi originali e sfiziosi – nella proposta o nella location - in tutta la regione.
Nel Veneziano, ad esempio, la Biblioteca civica di Caorle organizza “Biblionight”, giochi, letture e musica per lettori sonnambuli a partire dalle 22.30 a cura dei Lettori Volontari e del gruppo Lettori Junior.
Nel Vicentino, invece, dalle ore 16.00 alle 17.00 il reparto pediatrico dell’ospedale di Arzignano aprirà ai volontari della Banca del Tempo, che intratterranno i bambini ricoverati con letture scelte per l’occasione.
Nel Veronese, a Mozzecane, gli alunni della scuola primaria leggeranno in piazza con i genitori: delle classi quinte leggeranno in piazza Baden Powel 10 tipi di testo diverso (rosa, giallo, mistero, fantasy, quotidiano, settimanale, fumetto, biografia, diario, poesia), quelli delle classi quarte leggeranno ad alta voce al parco di via Ferroni, gli alunni delle classi seconde si eserciteranno all'aperto, i bambini di terza leggeranno in giardino ai più piccoli di prima.
A Camposampiero, Padova, appuntamento alla Libreria Costeniero alle 16.30 per leggere sotto i portici di via Mogno: la scelta dei brani spetterà ai librai assieme ad amici e clienti, perché le letture migliori sono quelle condivise.

Come ricordano i promotori, un evento può tuttavia nascere anche in una dimensione più intima e informale, non c’è necessariamente bisogno di un luogo istituzionale o di una struttura organizzata per prendere parte alla maratona: partecipano anche una madre o un padre che sceglie di leggere ai propri figli in casa propria, dei vicini di casa che si riuniscono in giardino per leggere insieme, un gruppo di amici al parco, ecc.. Chi vorrà potrà pure condividere queste piccole esperienze, filmandole e postandole nella pagina Facebook Il Veneto legge. L’importante restano la coralità e la condivisione di un’attività che ha sempre e solo benefici.

Il Veneto… legge? Le statistiche ci dicono che il pianeta dei lettori si sta inesorabilmente spopolando. Tuttavia, secondo i dati Istat di fine 2017, in Italia il Nordest è l’area in cui si legge di più: il Veneto è la quinta regione (dopo Friuli Venezia Giulia, Trentino Alto Adige, Valle d’Aosta e Lombardia) di questa graduatoria con il 48,7% di lettori.
 

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità