Veronaoggi.it

Pubblicità

Festa della polizia municipale: in piazza Bra anche il cane Pico

Pin It

Primo riconoscimento a 2 cittadini intervenuti contro pirati della strada
 Una storia lunga 153 anni. Tanti ne sono passati dalla sua nascita.

153anni650

E il Corpo della Polizia municipale di Verona, fondato nel 1866, in questo tempo è sempre stato in grado di cambiare, crescere, per adattarsi alle richieste di una città ormai metropolitana ed in costante mutamento.

 A rendergli onore oggi in piazza Bra, nel giorno della sua festa più importante, tutte le Istituzioni cittadine. Dal sindaco Federico Sboarina, accompagnato dall’assessore alla Sicurezza Daniele Polato, ai parlamentari scaligeri e, ancora, rappresentanti di Regione e Provincia, autorità militari, civili e religiose.

 153anniPico250Assieme ad agenti e ufficiali, schierato per la prima volta anche il cane Pico della nuova unità cinofila, operativa dal prossimo Novembre. E tra il pubblico, sempre vicino al Corpo in cui ha prestato onorato servizio per tanti anni, l’ex agente Igino Tommasi, classe 1922, di anni 97.

 “Se Verona è la bellissima città che tutti possono vedere – ha detto il sindaco –, una realtà accogliente per i residenti ma anche capace di ospitare eventi internazionali, fiere mondiali e milioni di turisti ogni anno, è senz’altro anche merito dell’impegno e del costante operato di tutti i nostri agenti e ufficiali. Un lavoro a 360 gradi, che i cittadini percepiscono e apprezzano. Ne è prova la collaborazione sempre maggiore dei veronesi con la Polizia municipale attraverso le loro segnalazioni. Si è finalmente capito che si può far squadra, cittadini, istituzioni e forze dell’ordine per migliorare e far crescere la nostra città. Nell’ultimo anno, grazie al lavoro instancabile dell’assessore Polato, abbiamo investito 2 milioni di euro per la sicurezza. Abbiamo creato la prima unità cinofila e speriamo di incrementarla a breve. Installeremo 100 nuove telecamere che permetteranno di controllare il territorio e i quartieri. Con Giano e tutte le sue evoluzioni ed aggiornamenti, siamo all’avanguardia in tutta Italia. Così come siamo stati modello a livello nazionale per i risultati ottenuti con il progetto ‘Scuole sicure’, per l’applicazione del Daspo e per i controlli sulle locazioni turistiche. E il calo dei reati, la scomparsa di alcuni fenomeni come l’utilizzo dei falsi pass disabili e la diminuzione degli interventi richiesti alla Centrale Operativa, dimostrano quanto lo sforzo messo in campo abbia prodotto i suoi risultati. E tanti altri, sono certo, ne arriveranno”.

153anniAltamura450 “Ad inizio del prossimo anno – ha ricordato il comandante della Polizia municipale Luigi Altamura –, oltre a diventare ufficialmente Polizia locale, il Corpo acquisirà in servizio 65 nuove unità tra agenti e ufficiali. Risorse importanti, che ci supporteranno nella copertura delle tante attività realizzate. Migliaia, infatti, i servizi svolti per accrescere la sicurezza e contrastare il degrado su tutto il territorio cittadino. Centinaia gli ordini di allontanamento e Daspo Urbano, che ha permesso importanti risultati nella lotta al degrado, con particolare attenzione alle attività di bagarinaggio durante i grandi eventi di Fiera e Arena, di parcheggio abusivo e di accattonaggio molesto. Inoltre, proseguono le operazioni di controllo contro le occupazioni abusive, con sgomberi e denunce alle autorità giudiziarie. Intensa anche l’attività di monitoraggio svolta dai vigili di quartiere, per quanto riguarda accertamenti anagrafici e amministrativi, e dal Nucleo di Polizia giudiziaria, contro prostituzione e spaccio di droga. Sul fronte della sicurezza stradale la Polizia municipale rileva il 98% degli incidenti, garantendo l’individuazione di tutti i pirati stradali, ben 36 nell’ultimo anno. Inoltre, con la Squadra Controllo Autotrasporto, centinaia i documenti di veicoli stranieri ed italiani controllati. Per il progetto ‘Gite Serene’, realizzato in collaborazione con l’Ufficio Provinciale Scolastico, al Comando sono pervenute lo scorso anno 600 richieste”.

 Durante la cerimonia sono stati premiati quanti nel corso dell’anno si sono contraddistinti per operazioni di servizio o arresti e indagini di polizia.

 Si tratta dei commissario Michele Nespoli, Antonio Bonfa’, Emanuela Vallisari, degli agenti Alberto Massella, Laura Sganzerla, Elia Rosi, Matteo Marconi, Silvia De Angelis, Ugo Quinto e gli assistenti Antonino Bisicchia e Stefano Gandini.

 153anniBentivoglio350Inoltre, per la prima volta, ai cittadini Mauro Bentivoglio e Romulo Facchin è stato riconosciuto lo speciale encomio di ‘Cavaliere della Strada’, per il supporto reso alla Polizia municipale nell’individuazione di due automobilisti in fuga dopo un incidente.

 Consegnati anche gli attestati di benemerenza al personale che nell'ultimo anno ha lasciato il servizio per raggiunti limiti d'età, i commissari Eliano Pasini, Renzo Ren e Paolo Sabaini, gli assistenti Giuliana Bonetti e Roberta Maccacaro e l’amministrativa Mariella Zago.

 Un attestato del gruppo Avis della Polizia municipale è stato infine consegnato al personale che più si sono distinti nella donazione di sangue: gli agenti Matteo Zanetti e Stefano Baesso, l’assistente Giuseppina Trapani.

 La cerimonia è iniziata questa mattina con la deposizione di una corona alla memoria dei caduti all'interno del comando di via del Pontiere e con una messa officiata nella chiesa di San Domenico. In piazza Bra erano presenti i bambini della scuola elementare Gresner e della scuola dell'infanzia Leonardi, accompagnati dagli insegnanti.

153anniSboarinaBimbi600

Pubblicità
Pubblicità

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti