Veronaoggi.it

Pubblicità

Resoconto 3ª edizione dell'ecomaratona del pellegrino del 11 Maggio 2019

Pin It

Il giorno 11 Maggio 2019 si è svolta la 3ª edizione dell’EcoMaratona del Pellegrino corsa non competitiva con l’obiettivo di condividere

ecomaratonaPellegrino450i valori cristiani racchiusi nel messaggio “per non lasciare indietro nessuno” simbolicamente rappresentato da un Rosario da polso.

Con questo evento gli organizzatori dell’associazione noi corriamo da Dio, rappresentati dal Presidente Maratoneta Max Bogdanich, hanno voluto manifestare la loro vicinanza ad AVISL (Associazione Vittime della Strada e sul Lavoro nella persona della vicepresidente Patrizia Pisi) per il denominatore comune che li unisce : la strada. AVISL si fa carico di tutte le problematiche per aiutare le famiglie che hanno perso un familiare in seguito ad un incidente. Con questo evento gli organizzatori del gruppo noi corriamo da Dio, ringraziando gli sponsor e i partecipanti del loro prezioso contributo, hanno deciso di devolvere il ricavato della manifestazione del 2019 ad AVISL.

Alla partenza dal centro Camilliano di Quinzano, con la presenza dell’assessore allo Sport del comune di Verona Filippo Rando che si è voluto complimentare con tutti i partecipanti, Padre Carlo Vanzo, mano spirituale dell’associazione organizzatrice, ha dato il benvenuto e ha ricordato i valori che contraddistinguono l’evento. Infatti ogni partecipante si deve far carico di “non lasciare indietro nessuno” così come faceva San Camillo de Lellis con tutti i malati che incontrava per strada, nel suo peregrinare tra Roma e Bucchianico (città natale). Indossati virtualmente i cronometri, rappresentati da dei rosari da polso, i podisti sono partiti nel lungo percorso verso il Santuario della Madonna Corona ma non prima di aver ricevuto la benedizione da parte di Mons. Martino Signoretto, in rappresentanza della curia di Verona.

Il tragitto si snoda nelle piste ciclabili che uniscono Verona con la Val d’Adige dove, grazie alla collaborazione di tutte le istituzioni coinvolte nel progetto, i partecipanti sono stati accolti a Bussolengo dall’Assessore alle politiche sociali Girelli Massimo e dal sindaco Roberto Brizzi che hanno messo a disposizione un ristoro gestito dal gruppo Scout locale. Dopo aver recitato il rosario con Padre Santi (rettore padre redendoristi) all’altare della Madonna del Perpetuo Soccorso si è proseguito verso la tappa successiva di Rivoli Veronese. Anche in questa occasione l’accoglienza comunale non è mancata e l’Assessore alle politiche sociali sig.ra Giuliana Zocca ha valuto dare il benvenuto promettendo che nella prossima edizione sarà presente tra i partecipanti. Recuperate parte delle energie, grazie al ristoro messo a disposizione dai volontari che condividono attivamente i valori dell’evento, i pellegrini sono partiti di corsa verso la successiva tappa.

L’accoglienza al Cristo della Strada, oltre a Monsignor Brutti (rettore del santuario) che ha illustrato il significato della struttura, è stata data dalle famiglie AVISL con le quali si è condiviso una toccante pregheria per ricordare le vittime della strade. A Brentino Belluno si è conclusa la prima fatica dei podisti pellegrini dove l’amministrazione comunale, rappresentata dal vicesindaco Massimo Zanga, in collaborazione con la Proloco locale, ha messo a disposizione un ristoro adeguato al ripristino delle energie necessarie a completare l’ultimo tratto impegnativo del percorso : la salita del sentiero della Speranza. Questa camminata che porta al Santuario della Madonna Corona e la messa concelebrata da Monsignor Maroldi (rettore del santuario) e Padre Vanzo, sono stati 2 momenti “Spirituali” che hanno rafforzato il messaggio che gli organizzatori vogliono diffondere con queste iniziative : “per non lasciare indietro nessuno”.  

Pubblicità
Pubblicità

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti