Veronaoggi.it

Pubblicità

Giovani musicisti in visita presso le case di riposo di Verona e dintorni

Pin It

Accademia Discanto porta nelle case di riposo del veronese il progetto europeo “Music 4 Life”, con una

progettiEuropei400serie di incontri a cura di giovani musicisti, provenienti da varie province del nord Italia: Verona, Mantova, Parma, Treviso, Vicenza e Venezia.

 Il primo appuntamento si svolgerà Sabato 20 Ottobre mattina presso la Fondazione Casa di Riposo San Giuseppe Onlus di San Martino Buon Albergo (VR) e il pomeriggio presso l'Istituto per Anziani “Casa De Battisti” di Cerea (VR). Proseguirà Sabato 3 Novembre mattina presso la Residenza Opera Pia Ciccarelli – RSA Barbarani di Verona e il pomeriggio presso il Centro Residenziale Berto Barbarani RSA Policella di Castel d'Azzano.

 “Music 4 Life” (KA2 Erasmus+) è un progetto europeo ideato dal Conservatorio Asociacion Aragon città di Roma (Saragozza), in collaborazione con Accademia Discanto e Association Civil Initiative Development and Integration (Bulgaria). Partecipano al al progetto giovani musicisti, professionisti e non, dai 18 ai 30 anni provenienti da Italia, Spagna e Bulgaria. In Italia le selezioni dei 10 italiani si sono svolte a Marzo 2018.

 I ragazzi hanno già partecipato in aprile ad un viaggio in Spagna, durante il quale hanno avuto modo di confrontarsi con i ragazzi spagnoli e bulgari, anche essi interessati al mondo della musicoterapia e pronti ad acquisire nuove competenze attraverso il confronto attivo con coetanei.

 La seconda riunione transnazionale si terrà dal 9 al 14 Dicembre 2018, settimana conclusiva del progetto nella città di Saragozza in Spagna, con concerto finale.

 I risultati e l'impatto previsti per i partecipanti saranno il miglioramento delle competenze di apprendimento e la creazione di una rete comunicativa transnazionale con altri giovani. Inoltre verrà realizzato un manuale con tutte le informazioni riguardanti il progetto di musicoterapia che, insieme alla relazione finale, sarà diffuso attraverso vari canali rendendolo disponibile per qualsiasi persona interessata. Si prevede quindi che i ragazzi utilizzino questa esperienza anche come formazione personale, essendo i concerti terapeutici una nuova forma di apprendimento sociale che permetta loro di acquisire competenze per costruire il proprio percorso formativo.

 La partecipazione, i costi di viaggio, vitto e alloggio durante le due settimane di scambio in Spagna, saranno interamente coperti grazie al finanziamento europeo.

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità