Veronaoggi.it

Pubblicità

Verona. Incidente in montagna, sacerdote muore cadendo in un canalone

Pin It

Gli ultimi messaggi agli amici li ha mandati mercoledì mattina da cima Longino, sul Baldo, a oltre duemila metri.

Poi, di don Carlo Cristani, sacerdote della parrocchia di Caprino, si è persa ogni traccia. È stato don Marco Turri, nella serata di mercoledì, a lanciare l’allarme non vedendolo rientrare. Dopo aver ritrovato l’auto dell’anziano parroco, 76 anni, alla base del sentiero «Graziani», nei pressi di Malga Artilone, in Trentino, si è messa in moto la macchina dei soccorritori.

 Vigili del fuoco, volontari del Soccorso Alpino di Verona e Trento hanno battute sentieri e creste fino a notte inoltrata. Nella mattinata di oggi sono riprese le ricerche, con l’ausilio delle unità cinofile. E verso le 10 è stato ritrovato, senza vita, in fondo a un canalone sul versante veronese del Baldo, verso il lago. La salma è stata poi ricomposta e recuperata con l’elicottero del 118 di Trento, prima di venire trasferita alle celle di Malcesine. Nato a Riva del Garda (Tn) nel 1942, don Cristani era a Caprino dal 2008, seguendo in particolare le piccole parrocchie di Pazzon e Lubiara. Nella serata di oggi è in programma la recita del rosario nella chiesa di Caprino alle 20.30. (Corriere.it)

Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità