Gemellaggio Verona-Hangzhou: via libera dal Governo cinese

Il sindaco Sboarina incontra il ministro Zheng Xuan

cinaZhengXuan450Il Governo cinese ha dato il via libera al gemellaggio tra Verona e la città di Hangzhou. La notizia è stata ufficializzata ieri, a Palazzo Barbieri, dalla signora Zheng Xuan, ministro consigliere, incaricata d'Affari dell'Ambasciata della Repubblica Popolare Cinese in Italia, durante l’incontro con il sindaco Federico Sboarina.

 Il gemellaggio Verona - Hangzhou, approvato dal Consiglio comunale veronese lo scorso 22 Marzo, è il primo dei tredici auspicati dal presidente cinese Xi Jinping, nell’ambito del Forum Italia-Cina. L’obiettivo è l’implementazione delle attività congiunte nel settore della valorizzazione dei siti Unesco.

 "Accogliamo con entusiasmo questa notizia - ha dichiarato Sboarina –, la città di Verona è pronta e speriamo di siglare quanto prima l'accordo. Questo gemellaggio ci permetterà di creare nuovi rapporti culturali, sociali ed economici, oltre che di consolidare azioni comuni per la pace, la solidarietà e l’incontro tra i popoli".

 Anche il ministro ha espresso il suo entusiasmo, sottolineando che ora l’iter dovrebbe proseguire velocemente. “Sono contenta di essere stata qui a Verona, una città molto conosciuta in Cina, e vi ringrazio per l'ospitalità. Ieri sera ho avuto modo di assistere all’Aida in Arena e ne sono rimasta davvero colpita. Ora ci prepareremo per siglare ufficialmente l’accordo di gemellaggio, speriamo quanto prima".

 Durante la mattinata, il sindaco ha mostrato alla delegazione cinese le sale principali di Palazzo Barbieri, aperte dallo scorso anno a cittadini e turisti, e ha donato al ministro un libro sulla storia di Verona e il gagliardetto della città.