Veronaoggi.it

Pubblicità

"Un codice rosa": nuova edizione del manuale antiviolenza

Pin It

400 donne ogni anno chiedono aiuto al centro Petra

codiceRosa650

A dieci anni dalla prima pubblicazione di “Un Codice Rosa” l’opuscolo, voluto dall’Assessorato alle Pari opportunità e dalla Consulta delle Associazioni femminili di Verona, si conferma uno strumento fondamentale per aiutare le donne vittime di violenza. Ieri pomeriggio, in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne”, l’assessore alle Pari opportunità Francesca Briani ha presentato la seconda edizione, aggiornata e ampliata, del vademecum nel quale sono contenute tutte le informazioni necessarie per offrire un aiuto concreto a chi subisce violenza e a chi, per questo, si trova in difficoltà. Presenti la presidente della Consulta delle Associazioni Femminili di Verona, che riunisce 19 associazioni, Annamaria Sanson e le rappresentanti delle realtà che hanno contribuito a realizzare le iniziative.

 I dati forniti dal Centro Antiviolenza Petra, che è un servizio del Comune di Verona, confermano un trend costante. Ogni anno chiedono aiuto al personale circa 400 persone. Nel corso del 2019 sono già state 405 le donne che lo hanno contattato. Circa la metà, poi, si reca fisicamente nella sede per costruire il proprio progetto di uscita dalla violenza.
 Da quando il Centro Petra è stato aperto, nel 2004, le richieste d’aiuto giunte sono state 4198 e le vittime incontrate 1.889. Grazie alla convenzione con la Casa della Giovane e alla creazione di un’abitazione protetta, in questi anni, si è dato rifugio a 223 donne con 205 figli. Ma al Centro si sono rivolti anche 252 uomini e, di questi, 135 hanno avviato un percorso psicologico.
 I dati raccolti dal Centro Petra confermano che la stragrande maggioranza delle violenze avviene all’interno della coppia. Nel 60% dei casi è il compagno, il coniuge o il convivente a maltrattare. Ma talvolta, la violenza non cessa nemmeno con l’interruzione del rapporto perché nel 23% dei casi sono ex compagni i responsabili dei maltrattamenti.

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti

Pubblicità
Pubblicità