Veronaoggi.it

Pubblicità

A Bolca si torna a scavare: il Comune investe 90mila euro

Pin It

A Bolca, nella celebre Pesciara, e sul monte Postale riprendono gli scavi di ricerca. Dopo quasi 8 anni di campagne di estrazione ferme, con gli ultimi scavi effettuati nel 2011, il Comune di Verona, attraverso il Museo di Storia Naturale,

bolca450ha ottenuto dal Ministero dei Beni e attività Culturali l’autorizzazione al riavvio delle scavi.

 L’attività, con concessione annuale di escavazione per l’area di Bolca e triennale per quella del Monte Postale, sarà finanziata totalmente dal Comune di Verona, con il pagamento di un canone per la messa a disposizione di tutto quanto necessario allo scavo, pari 90 mila euro per tutto il periodo, alla ditta Ceratoichthys, proprietaria dei terreni e partner tecnico del Museo.

 Con il nuovo accordo, oltre al riavvio degli scavi, si punta a mantenere viva la frequentazione dei siti da parte di turisti, scienziati e scolaresche, alimentando così anche l’economia delle aree di Bolca e del Monte Postale.

 La ditta Ceratoichthys, costituita tra gli eredi della famiglia Cerato, che ha una secolare esperienza nello scavo paleontologico nei siti di Bolca, svolge infatti un’intensa attività di valorizzazione didattica e storica del sito anche partecipando alla gestione del locale Museo dei Fossili della Comunità Montana della Lessinia.

 “Il Museo di Storia Naturale – spiega il direttore dei Musei Civici Francesca Rossi –, custodisce la più ricca e importante collezione al mondo di fossili di Bolca ed è il capofila di una rete di iniziative di valorizzazione di questi meravigliosi reperti naturali anche nel territorio veneto. Ricordo che oggi i geositi della Val d’Alpone sono in lista d'attesa per essere iscritti tra i siti Unesco.

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti

Pubblicità
Pubblicità