Veronaoggi.it

Pubblicità

Fondo nuove povertà: dall'extralirica 92mila euro in un mese di concerti

Pin It

In poco più di un mese di concerti, l’extralirica consegna 92 mila euro al Comune da destinare al fondo ‘nuove povertà’.

Si tratta delle prime dieci serate del cartellone di quest’anno, che hanno visto sul palcoscenico dell’Arena, dal 1° Maggio al 5 Giugno, TheGiornalisti, Ennio Morricone, Marco Mengoni, Francesco Renga, Elton John e i Music Awards.

 Dall’estate 2017, gli ex biglietti omaggio in uso al Comune per gli spettacoli di extralirica non vengono più regalati ma venduti per aiutare le famiglie veronesi in difficoltà. Si tratta del ricavato di ben 132 biglietti per ogni serata, che le diverse produzioni versano direttamente nel capitolo di spesa ‘nuove povertà’, la cui specificità permette al Comune di utilizzarlo per affrontare situazioni di emergenza e di particolare disagio.

 I proventi ricavati dalla vendita delle gratuità sono stati 96 mila nel 2017, anno di sperimentazione della novità con la stagione già partita. Decisamente più significativa la cifra del 2018, con 216 mila euro, che hanno permesso di aiutare 241 famiglie, di cui 87 con minori, 33 anziani e 121 composte da persone adulte. Si tratta di interventi mirati con importi significativi, che sono risolutivi rispetto alla problematica presentata. Ad esempio, per la copertura di spese mediche, di caparre e traslochi, di morosità per affitti e spese condominiali, per l’accoglienza abitativa di persone in stato di grave marginalità; in alcuni casi si è intervenuti per mettere in sicurezza le case degli anziani con l’acquisto di nuovi piani cottura.

 La tipologia del fondo, in deroga a tutti gli altri regolamenti attivi per l’ambito sociale, permette al Comune di intervenire in tempi davvero veloci, in base alle segnalazioni di un gruppo di assistenti sociali, risolvendo situazioni che altrimenti potrebbero non trovare lieto fine.

Pubblicità
Pubblicità

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Luigi Palamara
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti