Bilancio "Adrian" al Camploy: al Comune utili per 115mila euro

Sindaco Sboarina: "In pochi mesi l'incasso di 5 anni di programmazione ordinaria"

adrian350Lo spettacolo di Celentano ha generato un utile per il Comune di circa 115 mila euro. In due mesi, il teatro Camploy, affittato alla tariffa giornaliera ordinaria, ha incassato con Adrian quanto in 5 anni di programmazione comunale. Una cifra che, dal punto di vista del bilancio economico, registra il successo dell’operazione ‘Adrian’ in città.

 A dare i numeri, nel dettaglio di ciascuna voce inserita nel contratto, è stato il sindaco Federico Sboarina, per stabilire, proprio attraverso le cifre, ciò che lo spettacolo di Adriano Celentano ha generato in termini economici per il Comune e quindi per i cittadini.

 I numeri dell’operazione ‘Adrian’. Come da contratto, il canone di affitto del Camploy concordato per le 9 serate di Adrian ammonta a 157.138 euro, di cui una parte già introitata dal Comune e il saldo a Domenica 31 Marzo. Alla voce ‘spese’ il Comune registra 28.460 euro per il ricollocamento delle compagnie amatoriali nei teatri Stimate, Santa Teresa e SS. Trinità, 10 mila euro per gli addetti al palcoscenico del Camploy, 404 euro per le maschere, 3.184 euro per le pulizie. Per un totale uscite di 42 mila euro ed un netto quindi per il Comune di circa 115 mila euro.

 Ripercorre le fasi con le compagnie amatoriali l’assessore alla Cultura Francesca Briani. “Un passaggio faticoso, ma alla fine gli sforzi sono stati ripagati. Le 97 serate di spettacolo amatoriale sono state tutte ricollocate, in teatri cittadini molto belli e centrali, con la programmazione che è ripersa al Camploy nei tempi esatti come concordato. Stiamo già lavorando alla prossima stagione estiva, con le compagnie impegnate nei cortili, con una ritrovata collaborazione ed una maggiore sinergia”.