Veronaoggi.it

Pubblicità

Central Park: Protocollo d'Intesa tra Comune e Ferrovie

Pin It

Il Central Park ha fatto ieri un concreto passo in avanti, con il primo incontro per condividere il Protocollo d’Intesa che porterà alla sua realizzazione.

centralParkFerrovie650

A porre le basi della riconversione a parco urbano dello scalo merci di Porta Nuova, c’erano il sindaco Federico Sboarina, con gli assessori all’Urbanistica Ilaria Segala e ai Lavori pubblici Luca Zanotto, e i rappresentanti di Ferrovie dello Stato, RFI, Sistemi Urbani e Mercitalia Logistics.

 Obiettivo del Protocollo di Intesa è quello di condividere una visione complessiva dell’area che permetta di potenziare il sistema ferroviario veronese di Alta velocità e, allo stesso tempo, di riconvertire a grande parco urbano le aree, dell’ex scalo merci, che non sono più funzionali all’esercizio delle attività di trasporto.

 Il Tavolo Tecnico di confronto ha già stabilito che, per arrivare alla realizzazione del Central Park sarà siglato, a breve, il protocollo d’intesa e, entro 12 mesi, dalla sottoscrizione sarà adottato un masterplan complessivo dell’intervento. Sulla base di quanto previsto dal masterplan, il Comune si impegnerà a intervenire, con strumenti urbanistici adeguati, sulle aree interessate dal progetto di rigenerazione urbana.

 “Come dico sempre – ha spiegato il sindaco Sboarina – il nuovo Central Park sarà frutto di un lavoro lungo e articolato, ma l’obiettivo di realizzarlo in tempi certi oggi è realtà. Come Amministrazione, stiamo facendo tutti i passaggi necessari affinché Verona abbia un nuovo, grande parco urbano che diventi la cerniera verde di congiunzione tra il centro e i quartieri a sud. Oggi, abbiamo ragionato sul Protocollo d’Intesa con tutte le parti in causa: si tratta del primo di una serie di appuntamenti già calendarizzati. Torneremo a incontrarci a breve, visto che il 10 aprile abbiamo fissato una nuova riunione”.

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti

Pubblicità
Pubblicità