Veronaoggi.it

Pubblicità

Comitato ordine pubblico. Sboarina: "Fatti migliaia di controlli. Calo dei reati"

Pin It

Federico Sboarina: “Non qui. Non a Verona. Chi pensa di non rispettare le regole e vivere di espedienti, deve sapere che nella nostra città ha vita dura.

comitatoOrdinePubblico450E’ un messaggio netto che ha solo un modo per essere divulgato: la presenza continua sul territorio dei nostri agenti della Polizia Municipale e delle Forze dell’Ordine.

In questo anno abbiamo tutti lavorato molto in questa direzione, ringrazio il Prefetto per la grande disponibilità e celerità nell’affrontare i problemi nei molti Comitati organizzati. Tutti abbiamo, da subito, condiviso il principio di non abbassare mai la guardia. L’incrocio dei dati lo dimostra, da una parte c’è un decremento a doppia cifra dei reati rispetto agli anni scorsi, e dall’altra un aumento forte delle operazioni.

Solo per la Polizia Municipale, sono state 358.677 le ore di lavoro degli agenti dedicate ad oltre 50 tipologie di attività, con oltre 1800 manifestazioni da gestire. Contro la prostituzione sono stati fatti 24 pattuglioni; mentre 3 pattuglie sono dedicate espressamente a contrastare l'accattonaggio, a cui si aggiungono gli sgomberi per le occupazioni abusive alla media di tre a settimana. In generale, molte sono state le violazioni accertate, con 87.478 persone identificate e oltre 250 mila controlli con Giano2. Fiore all'occhiello è il progetto Scuole Sicure, con oltre mezzo chilogrammo di stupefacente tolto a spacciatori e consumatori, in meno di tre mesi, per dare più serenità alle famiglie.

E’ stato un anno straordinario e molto ha aiutato anche il rapporto diretto instaurato con il ministro dell’Interno, che ha recepito le nostre proposte inserendole nel decreto Sicurezza. Chiudo, dicendo che tutto questo lavoro favorisce la percezione di sicurezza da parte dei cittadini, ma non basta. Sono più concretato sui reati che restano, piuttosto che su quelli che diminuiscono”.

Veronaoggi.it è un prodotto della testata giornalistica WEBITALYNEWS
Direttore responsabile Jr. Ennio Pedrini
Direttore editoriale Marco Camilli
Registrazione Tribunale di Aosta N° 01/05 del 21 Gennaio 2005
P.IVA 01000080075

Contatti

Pubblicità
Pubblicità