Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

Futuro incerto per la Melegatti di Verona

Melegatti ha depositato ieri in tribunale la richiesta di concordato preventivo per tentare di salvare l'azienda.

L'operazione permetterebbe di ristrutturare i debiti mentre i soci sono alla ricerca di un accordo per dare un futuro alla società e riaprire gli stabilimenti. Tra le possibilità c'è quella di un fondo maltese.

Questa mattina intanto c'è stato un incontro tra sindacati e prefettura alla presenza dei sindaci di San Giovanni Lupatoto e San Martino per discutere della situazione e del mancato pagamento degli stipendi dei dipendenti. Al tavolo di concertazione, che si sperava potesse marcare un importante passo avanti in questa difficile situazione, mancavano però i rappresentanti dell'attuale proprietà.

Pubblicità