Utilizziamo cookies per migliorare la vostra esperienza sul nostro sito. Continuando a visitare questo sito, l'utente accetta l'utilizzo dei cookies.

ProgettoMondo Mlal: studenti scaligeri raccolgono 5 mila euro per Haiti

Due giornate al lavoro, lontani dai banchi di scuola, e quasi 5 mila euro raccolti per Haiti.

progettomondo300È questo il frutto dell'impegno dei 140 ragazzi dei licei Maffei e Galilei a Verona, e Medi a Villafranca che, il 7 e l'8 aprile, si sono rimboccati le maniche per il Social Day.

 I giovani, dopo un percorso formativo con l'Ong veronese ProgettoMondo Mlal, che da tre anni promuove la manifestazione sul territorio scaligero per favorire il protagonismo dei giovani e sollecitare la cittadinanza attiva, hanno lavorato in aziende, negozi, cooperative, nel contesto di giornate ecologiche, in case di riposo per gli anziani, oppure aiutando i più piccoli con ripetizioni ad hoc.

 Il loro sforzo è stato retribuito ma gli studenti hanno consapevolmente scelto di non mettere nulla nel proprio portafoglio.

 La busta paga è infatti stata completamente devoluta a un progetto di cooperazione internazionale, e, nello specifico, tra le tre proposte avanzate da ProgettoMondo Mlal, i giovani liceali hanno deciso di finanziare le attività di “Haiti verde” mirate a combattere la malnutrizione nell’isola caraibica con la promozione di orti scolastici.

 La giornata di lavoro del Social Day rappresenta il traguardo di un percorso formativo, promosso da ProgettoMondo Mlal che, per il terzo anno consecutivo, grazie al sostegno delle amministrazioni comunali, dei dirigenti e degli insegnanti dei licei coinvolti, rende i ragazzi di Verona e Villafranca protagonisti nel ‘fare insieme’.

 I giovani scendono in campo non solo per sostenere la cooperazione internazionale, ma anche per coinvolgere la propria comunità e il territorio in cui vivono in un evento di responsabilità e solidarietà.

 “Haiti Verde” riceverà il 90% della somma raccolta. Il rimanente 10% sarà invece devoluto a sostegno della cooperativa di giovani siciliani Rita Atria per la riqualificazione dei terreni confiscati alla mafia.

Pubblicità